Andrea Gini

Andrea Gini

Andrea Gini è un professionista del settore aerospaziale, un consulente IT e un giornalista scientifico. La collaborazione con MokaByte, iniziata nel lontano 1999, è stata l‘unica costante in un percorso professionale che lo ha portato dalla fotografia professionale alla scienza spaziale. Attualmente lavora al Payload Safety Review Panel presso il centro di sviluppo tecnologico ESTEC dell‘Agenzia Spaziale Europea (ESA) a Noordwijk, nei Paesi Bassi. Andrea è anche fondatore ed editore responsabile dello Space Safety Magazine, un giornale specializzato pubblicato congiuntamente dall‘International Association for Advancement in Space Safety (IAASS) e dalla International Space Safety Foundation (ISSF). Nella IAASS, Andrea ricopre il ruolo di Chairman dell‘Information and Communication Committee, ed è responsabile dello sviluppo della strategia di comunicazione dell‘associazione. Nel tempo libero, ama stare con le figlie, cucinare, viaggiare, suonare con la chitarra, studiare le lingue e la storia contemporanea, abbracciare il suo cane e ascoltare la musica degli Who, dei Led Zeppelin, di Rihanna, 50 Cents, Eminem, Lady Gaga e Britney Spears.

Articoli pubblicati da Andrea Gini:

n 170 febbraio 2012

Viaggio a El Dorado: alla scoperta della robotica spaziale in Giappone

XII parte: Il cammino interminabile

Si conclude con questo articolo la lunga serie dedicata all'esperienza del nostro Andrea Gini nell'ambito della robotica spaziale. Il suo lungo viaggio, che ha costituito un vero e proprio cambiamento di vita, l'ha portato, attraverso l'esperienza dell'ISU, al progetto Kaizen presso il laboratorio di robotica planetaria dell'Università del Tohoku, fino all'attuale lavoro per l'ESA.

n 169 gennaio 2012

Viaggio a El Dorado: alla scoperta della robotica spaziale in Giappone

XI parte: Apparenza e realtà

Una ulteriore digressione sul rapporto tra cibo e cultura e una ripresa dell'analisi del sistema di controllo del rover panetario, lato Terra, costituiscono gli argomenti di questo articolo di una lunga serie che si avvicina alla conclusione.

n 168 dicembre 2011

Viaggio a El Dorado: alla scoperta della robotica spaziale in Giappone

X parte: The new frontiers

In questo articolo parliamo ovviamente di robotica ma, almeno all'inizio, sotto un'ottica diversa da quella di cui ci occupiamo nella serie: raccontiamo infatti qualcosa sui robot 'umanoidi' e sul rapporto che con essi esiste in Giappone. Ma non dimentichiamo anche il nostro 'scatolotto' con le ruote, parlando diffusamente dell'architettura software del nostro rover spaziale, specie per quello che attiene al movimento e alla gestione dei sensori.

n 167 novembre 2011

Viaggio a El Dorado: alla scoperta della robotica spaziale in Giappone

IX parte: Amata solitudine

In questo articolo viene completata la descrizione del modello di comunicazione per il rover planetario El Dorado e vengono affrontate alcune tematiche legate allo sviluppo software in generale, inerenti la sostenibilità dei processi. Non mancano, ovviamente, le consuete note di colore legate al mondo nipponico.

n 166 ottobre 2011

Viaggio a El Dorado: alla scoperta della robotica spaziale in Giappone

VIII parte: Risveglio di primavera

In questo ottavo articolo della serie, affrontiamo lo sviluppo del modello di comunicazione all'interno del sistema di controllo del nostro rover planetario El Dorado. Ma, nella prima parte dell'articolo, non mancano le oramai consuete 'note di viaggio', che hanno questa volta un particolare significato: alcuni delle località e delle strutture qui descritte sono state devastate dal terribile terremoto/maremoto del marzo 2011.