Avatar

Doriano Gallozzi

Doriano Gallozzi è nato a Roma nel 1964 e si è laureato in Ingegneria Elettronica (indirizzo Informatica) nel 1989. Da sempre interessato a problematiche di analisi, progettazione e sviluppo di Sistemi Informativi, ha lavorato per diversi anni in aziende del settore informatico italiano (gruppo ENI, gruppo Telecom Italia), dove ha acquisito diverse esperienze tanto nel campo della progettazione e sviluppo del software (in ambiente M/F come in ambiente distribuito) quanto nel campo dei RDBMS (DBA su diversi progetti per clienti finali quali Telecom Italia). Da gennaio 2000 lavora nella Divisione Prevendita di Compuware Italia. La sua attività verte principalmente sulla piattaforma J2EE e tecnologie correlate, ma anche su ambiti tecnologici quali le soluzioni di Project Management per IT-Governance, i Portali Web, gli strumenti di Business Process Automation, l‘Enterprise Application Integration.

Articoli pubblicati da Doriano Gallozzi:

n 105 marzo 2006

Dal RAD al Project Management: MDA non è mai stata così

Parte II Project Management con PRINCE2

Razionalizziamo l‘impiego di DSDM in un ambito progettuale gestito con PRINCE2

n 101 novembre 2005

Process Oriented Development: il processo alla base dello sviluppo

Parte II: aproccio diverso ai requisiti business

Vediamo in pratica come rappresentare il flusso di lavoro all‘interno di una applicazione J2EE

n 100 ottobre 2005

Process Oriented Development: il processo alla base dello sviluppo

I parte: un approccio diverso ai requisiti di business

Alcune applicazioni presentano requisiti di business cosiddetti "procedurali", tali da richiedere un approccio che permetta di modellare task, attori e relativi flussi di lavoro, il tutto immerso nei modelli previsti da MDA. Troppo complesso? Tutt‘altro, è un approccio decisamente vincente!

n 99 settembre 2005

Validare il codice Java

Preveniamo lo spaghetti code

Perchè validare il codice? Per semplificare la vita degli sviluppatori e prevenire una serie di problemi che possono compromettere la nostra applicazione. Come validarlo? Con quali regole? Con quali strumenti? Applicare in modo corretto le regole di codifica non è solo una questione di qualità fine a sè stessa.

n 98 luglio 2005

SOA come fondamento della Infrastruttura Enterprise

Service Oriented Architecture e Model Driven Architecture

Partire dai requisiti di business per costruire un modello che implementi in modo affidabile un‘architettura di tipo SOA. Troppo complesso? No, se partiamo col piede giusto! E‘ infatti di fondamentale importanza individuare e applicare un approccio metodologico completo, che parta dai requisiti di business, si traduca successivamente in una architettura solida e di qualità, possegga meccanismi per implementarla adeguatamente secondo quanto richiesto dalle specifiche SOA