Fabrizio Giudici

Fabrizio Giudici

Fabrizio Giudici ha iniziato a occuparsi di Java durante il suo dottorato di ricerca, concluso nel 1998 presso l‘Università di Genova e focalizzato sulle applicazioni industriali della tecnologia di Sun. In quegli anni ha iniziato la collaborazione con MokaByte, scrivendo articoli tecnici e partecipando al gruppo di consulenti che iniziavano a tenere i primi seminari su Java in Italia. Sempre nel 1998, insieme a due amici, ha fondato un‘azienda di consulenza e progettazione, iniziando tra l‘altro la collaborazione con Sun Microsystems Educational Services. A partire dallo stesso periodo, si è occupato, tra l‘altro, di docenza qualificata sull‘area Java, in particolare su Java 2 Enterprise Edition e sui metodi di Analisi e Progettazione a Oggetti. Dal 2001 Fabrizio ha iniziato a lavorare come libero professionista, sia nel campo della formazione che della progettazione di sistemi informatici (J2EE in particolare, ma con frequenti incursioni in area J2ME), avendo tra i propri clienti un gran numero di piccole e medie aziende italiane. Nel 2003 è iniziata la colalborazione con Sun Microsystems Professional Services per le attività di progettazione, in qualità di Senior Architect e Project Leader. Dalla fine del 2005 Fabrizio opera di nuovo con una piccola azienda da lui fondata, la Tidalwave, che si occupa di consulenza, formazione, progettazione e project management. Dall‘inizio della sua carriera Fabrizio ha progettato e realizzato un gran numero di applicazioni software e servizi — inizialmente in C/C++ e successivamente in Java — in varie aree industriali, dal settore finanziario alle telecomunicazioni alle competizioni automobilistiche. Nel 2004 ha diretto per conto di Sun Microsystems e Magneti Marelli il team che ha progettato e realizzato un sistema di telemetria in tempo reale per la Formula Uno, basato su tecnologia Jini.
http://tidalwave.it/

Articoli pubblicati da Fabrizio Giudici:

n 238 aprile 2018

Ascesa e declino di JavaFX

I parte: Il futuro di JavaFX

JavaFX ha rappresentato una valida soluzione per realizzare in Java applicazioni web “ricche” con ottime caratteristiche e funzionalità. In questo articolo vedremo quale sorte attende tale tecnologia, ripercorrendo anche una storia dei componenti grafici per Java.

n 167 novembre 2011

Lo status quo di Java

Il mondo Java dopo JavaOne 2011

In questo articolo diamo un'occhiata allo stato corrente delle tecnologie Java e alla direzione in cui probabilmente si muoveranno le cose nei prossimi anni. Dopo un periodo anche un po' confuso di riorganizzazione, seguito all'acquisizione di Sun da parte di Oracle, finalmente si cominciano a intravedere alcune direttrici chiare.

n 130 giugno 2008

SoyLatte

Java per Mac OS X non "Made by Apple"

Nonostante il Macintosh si diffonda sempre di più anche fra gli sviluppatori, molti di loro avranno incontrato alcune difficoltà per l‘utilizzo di Java 6 sui computer "della Mela". In questo articolo presentiamo una promettente soluzione open source a tali problemi.

n 123 novembre 2007

NASA World Wind for Java

Integrare un "virtual globe" nelle applicazioni desktop Java

Quanti di noi da bambini giocavano con il mappamondo e l‘atlante immaginando viaggi in paesi lontani, in mezzo a deserti o isole sperdute nel Pacifico? Oggi con NASA World Wind for Java possiamo avere un mappamondo (e che mappamondo!) integrato nelle nostre applicazioni Java desktop.

n 104 febbraio 2006

Realizzare un plugin custom di Image I/O

Parte I

L‘elaborazione avanzata di immagini in Java, focalizzata sulla fotografia digitale. Sottosistemi di input/output che permettono di caricare in memoria un‘immagine digitale a partire da un file di formato arbitrario