Andrea Mancini

Gaetano Andrea Mancini

Psicologo, dottore di ricerca, autore di numerose pubblicazioni nazionali e internazionali, dal 2008 professore a contratto presso l’Università degli Studi di Firenze dove insegna Psicologia del Marketing e della Pubblicità. Co-fondatore di LaBOr, Laboratorio di Psicologia per il Lavoro ed il Benessere Organizzativo, e LaBOr-S, Laboratorio di Psicologia per lo Sport presso il Dipartimento di Psicologia di Firenze. Nel 2015 ha fondato — assieme ad altri 4 soci — Laborplay, dove il concetto di giochi è applicato alle realtà organizzative. Al suo interno si occupa prevalentemente di comunicazione: il suo compito è veicolare nel modo più efficiente l’immagine Laborplay entrando in empatia con utenti e aziende. La sua meccanica sono i beni virtuali, la dinamica è l'espressione di sé.
http://www.laborplay.com/

Articoli pubblicati da Gaetano Andrea Mancini:

n 233 novembre 2017

Another work is possible!

III parte: Il gioco e lo sviluppo delle soft skills

Quella tra gioco e sviluppo dell’intelligenza e delle soft skills è una relazione che viene da lontano e che guarda al futuro. Continuiamo la nostra serie cercando proprio di capire cosa sono le soft skills e come il gioco possa aiutare a svilupparle.

n 232 ottobre 2017

Another work is possible!

II parte: I videogame come strumenti per il recruitment

I videogiochi possono rappresentare uno strumento innovativo per l’assessment dei tratti di personalità e delle soft skills dei Millennials? In questo articolo descriviamo uno strumento in grado di esaminare il comportamento professionale degli individui a partire dalle meccaniche e dalle abitudini di gioco.

n 231 settembre 2017

Another work is possible!

I parte: Si può lavorare giocando?

In questa nuova serie di articoli, affrontiamo vari temi legati al serious gaming e al gioco come strumento funzionale per l’apprendimento, la motivazione e il coinvolgimento. In questo primo articolo, parliamo di gamification, pratica metodologica sempre più diffusa, vedendone potenzialità e limiti.