Avatar

Massimo Maglioni

Nato a Roma nel 1953, si occupa di informatica da quando era all‘Università La Sapienza di Roma, dove si è laureato in Fisica nel 1978. Da più di vent‘anni lavora in una azienda grafica di proprietà pubblica, dove ha combattuto la dura battaglia per la modernizzazione della Pubblica Amministrazione italiana. Da una dozzina di anni si occupa di Java. Ha veramente visto molta acqua passare sotto il suo ponte: innumerevoli metodologie, linguaggi, sistemi operativi, tools, millennium bug, sintesi culturali, espressioni del libero pensiero; e ciò gli ha dato una visione disincantata del mondo ICT. Disincantata, non scettica: l‘informatica è una grande risorsa, occorre usarla tutta, e anche onestamente, perché l‘uomo del XXI secolo, cioè in ultima analisi il cliente, riconosce molto presto chi vende fumo e chi invece lo sta aiutando.

Articoli pubblicati da Massimo Maglioni:

n 172 aprile 2012

Web applications in Java a basso costo di manutenzione

II parte: Applicazioni di back-end a basso costo

Siamo stati abituati a pensare al low-cost come un servizio di qualità mediocre, per poveri: in molti casi è così. Nel mondo ICT, però, è possibile metter su ottime procedure con poca spesa: cercheremo di dimostrarlo.

n 171 marzo 2012

Le doti umane di un project manager

Un identikit preciso, senza paure e senza illusioni

Per la buona gestione di progetto, il fattore umano è fondamentale. Però viene spesso interpretato in senso riduttivo: bisogna avere un gran bel quoziente intellettivo. In realtà, c‘è molto di più da dire: cerchiamo di mettere a fuoco alcuni aspetti importanti, ma non sempre trattati nell‘ampia letteratura disponibile.

n 170 febbraio 2012

Web applications in Java a basso costo di manutenzione

I parte: La giusta importanza al costo del prodotto

L‘aumento della mobilità del personale tecnico ICT, in congiuntura con l‘aumento di disponibilità di framework, metodologie e strumenti open source, ha determinato un aumento repentino della complessità delle applicazioni prodotte. Chi ci ha rimesso è stata l‘economia. L‘articolo esprime su ciò un giudizio chiaro e fa una proposta.