Pierluigi Pugliese

Pierluigi Pugliese

Dopo aver realizzato software e gestito team di sviluppo per molto tempo nel settore delle telecomunicazioni, da svariati anni Pierluigi Pugliese è coach agile e consulente IT che fornisce sostegno alla aziende affinché diventino più produttive grazie all‘adozione di metodologie agili per lo sviluppo del software. Tra le sue competenze, ci sono le metodologie agili, Scrum, la gestione di progetto e il coaching su progetti per singoli professionisti o gruppi di lavoro, lo sviluppo del software. Pratica un approccio all‘Agile Coaching orientato alle soluzioni.

Articoli pubblicati da Pierluigi Pugliese:

n 203 febbraio 2015

Guida alla retrospettiva

X parte: Ultimi consigli per facilitatori e ScrumMaster

Eccoci giunti alla conclusione della serie: nei due precedenti articoli abbiamo visto vari utili consigli per chi svolge la funzione di facilitatore nell'ambito della retrospettiva. In questo articolo concludiamo la serie di consigli ai facilitatori con qualche altro suggerimento e affrontando soprattutto il tema della identità dello ScrumMaster per comprendere se si tratti di un membro del team di sviluppo o di un faciliatore.

n 202 gennaio 2015

Guida alla retrospettiva

IX parte: Ulteriori consigli ai facilitatori

Nel precedente articolo abbiamo visto un certo numero di utili consigli per chi svolge la funzione di facilitatore nell'ambito della retrospettiva. In questo articolo, basandoci sull'esperienza accumulata negli anni, aggiungiamo ulteriori indicazioni utili a far davvero funzionare le nostre retrospettive, affrontando altri argomenti collaterali, che spesso, proprio per questo, non vengono sufficientemente trattati e possono invece risultare di notevole importanza. Nel prossimo numero, concluderemo la serie.

n 201 dicembre 2014

Guida alla retrospettiva

VIII parte: Far funzionare al meglio le retrospettive

Nel corso della serie, abbiamo introdotto i principi e i metodi su cui basare le retrospettive in un orizzonte di applicazione delle metodologie agili ai progetti. In questo articolo e nel prossimo, vogliamo concludere la serie con un certo numero di consigli 'in libertà' rivolti a tutti i facilitatori, augurandoci che essi possano contribuire a far funzionare al meglio la retrospettiva.

n 200 novembre 2014

Guida alla retrospettiva

VII parte: Retrospettive basate sulle metafore

In questo settimo articolo della nostra serie sulle retrospettive, vediamo come sia possibile utilizzare le metafore come base per condurre retrospettive fruttuose e coinvolgenti. Quello della metafora è uno strumento potente e utile, che però va usato nel modo giusto e nella corretta misura per non rischiare di minarne l'efficacia.

n 199 ottobre 2014

Guida alla retrospettiva

VI parte: Retrospettive incentrate sulla soluzione

In questo articolo illustriamo una tecnica di retrospettiva denominata solution-focused, vale a dire incentrata sulla soluzione. Invece di interrogarsi come di solito sulla natura dei problemi che si sono incontrati, si prova a concentrarsi su cosa cambierebbe e su come andrebbero le cose nel caso in cui le soluzioni ai problemi fossero già state trovate. È una tecnica mutuata dalla terapia psicologica di famiglia che, se ben applicata, è in grado di funzionare in modo molto potente.