n 206 maggio 2015

Un'architettura ELK stack per i Big Data

I parte: Soluzioni per un caso reale

Negli ultimi anni si parla sempre più spesso di Big Data, Centralized Log Management e Analytics alimentando l'ecosistema delle soluzioni commerciali e open source. In questo e nel prossimo articolo, gli autori descrivono un caso reale, gestito nelle attività del Gruppo Imola, la soluzione architetturale basata sul modello open source ELK stack e il contributo dato con la creazione di un plug-in per Logstash.

di e

n 206 maggio 2015

Microservices

Segnali di una rivoluzione?

L'affermazione del modello di cloud computing e le lezioni imparate nella gestione di software distribuito hanno portato all'ideazione di uno stile architetturale basato su microservizi, in cui il concetto di web services, di flussi e di scambio di messaggi non venga utilizzato solo nei grandi sistemi, ma diventi pratica comune in tutti i tipi di applicazione, anche le più piccole, portando di fatto alla fine dell'applicativo monolitico.

di

n 189 novembre 2013

Il teorema CAP... in Brewer

IV parte: I database NoSQL

In questo quarto articolo della serie dedicata al teorema CAP, iniziamo l'esplorazione di MongoDB non prima però di aver ricapitolato alcune informazioni sui database NoSQL. In coerenza con gli obiettivi della serie, lo scopo di questo articolo non è la presentazione dettagliata di MongoDB, ma fornire una serie di informazioni finalizzate alla trattazione dettagliata dei compromessi derivanti dal teorema del CAP. Discussione che però avrà luogo nel corso del prossimo articolo.

di

n 187 settembre 2013

Il teorema CAP... in Brewer

II parte: Le caratteristiche di Oracle Coherence

Continuiamo la serie dedicata al teorema CAP, o di Brewer, approfondendo la cache distribuita Oracle Coherence. In particolare, dopo aver ripassato il teorema nel corso dell'articolo precedente, in questo presentiamo Oracle Coherence nelle sue caratteristiche. Nel corso del prossimo articolo illustreremo dettagliatamente le soluzioni architetturali e le scelte di disegno originate proprio dal teorema CAP.

di

n 186 luglio 2013

Il teorema CAP... in Brewer

I parte: Il teorema CAP (Consistency, Availability, Partition tolerance)

Con questo articolo, avviamo una serie dedicata al teorema di CAP, noto anche con il nome di Brewer, il quale, in sintesi, sostiene che non è possibile per un sistema software distribuito presentare simultaneamente le tre seguenti garanzie: consistenza (C), continua disponibilità (A) e tolleranza alle partizioni (P). Cominceremo, parlando di OracleCoherence, la cache distribuita, ma tratteremo anche altre implementazioni.

di