n 216 aprile 2016

Architetture, linguaggi, tecnologie: l'evoluzione della specie

I parte: Come cambia il mondo dei linguaggi

In questa nuova serie cominciamo una riflessione sulle tendenze dello sviluppo software per quanto riguarda i linguaggi e le architetture in primis. Lo scenario, infatti, ha subìto negli anni una evoluzione notevole, anche se non spettacolare, spesso verso direzioni inizialmente inaspettate. In questa prima parte parliamo dei linguaggi di programmazione.

di

n 202 gennaio 2015

Prototipare con MEAN.io

IV parte: Lavoriamo lato server

Nella nostra serie dedicata alla prototipazione attraverso MEAN.io, intendiamo realizzare un'applicazione che utilizza JavaScript come linguaggio di sviluppo, sia lato frontend che lato backend. In questa quarta parte, dedichiamo le nostre attenzioni agli aspetti tecnici relativi alla parte server, utilizzando Node.js e il database MongoDB.

di

n 175 luglio 2012

Applicazioni e contenuti 'editoriali'

Perché le aziende dovrebbero investire in HTML5

In questo articolo affrontiamo un tema apparentemente minore che sta acquistando sempre più valore 'industriale' con l'affermarsi di dispositivi di fruizione dei contenuti sempre più frammentati e diversificati. Nel panorama della produzione di 'contenuti editoriali' in senso lato, la visione originaria del web, con la tripartizione attualmente incarnata da HTML5-CSS3-JavaScript, potrebbe rappresentare la soluzione ideale per realizzare applicazioni web indipendenti dalla piattaforma che abbiano le stesse caratteristiche delle app native.

di

n 166 ottobre 2011

HTML5, CSS3, JavaScript e il mobile

VII parte: JavaScript per interazioni e comportamenti avanzati

In questo articolo ci occupiamo dei comportamenti e delle interazioni cui le RIA ci hanno abituato. Le nuove specifiche HTML5 tendono a 'portare' all'interno tutta una serie di funzionalità che già esistevano ed erano realizzabili grazie ad API JavaScript o librerie Flash e per la cui programmazione era spesso quasi necessario utilizzare dei framework. In tal senso, non c'è nulla di nuovo ma siamo in presenza di un notevole lavoro di normalizzazione e semplificazione.

di e