MokaByte 119 - giugno 2007
In questo numero
WEKA: l‘approccio intelligente all‘esplorazione dei dati

IV parte: distribuire il processo di classificazione
Un sistema di Knowledge Discovery in Data (KDD) è composto da un insieme di componenti che tutte insieme possono identificare ed estrarre relazioni dai dati memorizzati nella base di dati che siano nuove, utili ed interessanti. Vediamo in questo articolo il componente Experimenter.

di e

Semantic Web

I parte: Introduzione a RDF, principi e Data Model
Comincia una serie sul Semantic Web che ha lo scopo di presentarne gli aspetti tecnici e le tecnologie. Analizzeremo le varie componenti del Semantic Web Stack, presentando di volta in volta degli esempi. In questo primo articolo della serie, ci occupiamo di RDF.

di e

JavaOne 2007

Reportage dalla JavaOne Conference 2007
Dall‘8 all‘11 maggio si è tenuta al Moscone center di San Francisco la Javaone Conference 2007. Gruppo Imola, nella veste di strategic partner di Sun, era presente per mostrare i componenti open source Jbi4Corba e Jbi4Cics inclusi nella piatttaforma OpenESB.

di

119
Spring e integrazione

III parte: Integrazione EJB
Nonostante Spring si ponga come alternativa "light" agli Enterprise Java Beans, mette tuttavia a disposizione elementi di supporto all‘integrazione dei componenti sviluppati in tale tecnologia.

di

Flex 2 e Java per sviluppare Rich Internet Application

Le chiamate remote con Flex 2 SDK
Flex 2 si occupa della parte presentazionale dell‘applicazione. In questa seconda parte approfondiremo ancora di più lo sviluppo di Rich Internet Application con Flex 2 integrandolo con Java partendo proprio da dove ci eravamo lasciati: le chiamate remote con Flex 2 SDK.

di

Ruby

IV parte: Rails... non solo Web Services
In questo articolo ci occupiamo principalmente delle fasi necessarie alla generazione e fruizione di Web Services in Rails. Faremo ricorso a AWS, Action Web Services e alla libreria SOAP::WSDLDriverFactory. Cerchiamo di arricchire con preziose informazioni le varie fasi del processo.

di

Maven: Best practice applicate al processo di build e rilascio di progetti Java

V parte: un esempio pratico
I file pom.xml (Project Object Model, modello ad oggetti del progetto) contengono i meta-dati del progetto memorizzati secondo il formato xml. Abbiamo visto quanto sia importante una loro corretta configurazione. Vediamo in questo articolo una serie di utili esempi.

di

Portlet API

II parte: la programmazione delle portlet
Prosegue il corso sulla implementazione di portali in Java tramite la portlet API. Questo me-se iniziamo a entrare nei dettagli relativi alla programmazione delle portlet, la gestione e il ciclo di vita delle request-response

di

UML va a teatro

e la drammaturgia diventa Object Oriented
Questo articolo molto particolare presenta un esempio reale di come sia possibile applicare i principi dell‘Object Oriented e dell‘UML a un ambito diverso dall‘ingegneria del software. Un‘opera teatrale è stata programmata e gestita secondo tali principi, con interessanti risvolti.

di e

Seguici

redazionemokabyte.it
MokaByte è un marchio registrato da Imola Informatica S.P.A.
Via Selice 66/a 40026 Imola (BO) C.F. e Iscriz.Registro imprese BO 03351570373 P.I. 00614381200 - Cap. Soc. euro 100.000,00 i.v